Ama Aquilone Su di noi Per chi ci siamo Contatti
Ama Festival 2017

Leonardo Da Vinci era un uomo curioso.
Quando, sul finire del 1400, prese in mano penna d’oca ed inchiostro e su un piccolo foglio definì a tratti leggeri la sagoma di un uomo, la accompagnò di lato da descrizioni precise, Le misure dell’uomo sono distribuite dalla natura in questo modo.
L’uomo, con le braccia aperte, era così meravigliosamente proporzionato da essere iscrivibile in un cerchio, la perfezione divina, ed in un quadrato, l’ordine terreno.
Al centro esatto di tutta la composizione, l’artista descrive l’ombelico della figura, come una radice sinuosa.
Senza saper leggere quanto i testi antichi da secoli proclamassero sull’armonia delle proporzioni, Leonardo aveva rappresentato per istinto una Bellezza sospesa che traeva curiosamente equilibrio da quella piccola cicatrice sul ventre, legame carnale con il cammino della terra, che accomuna tutti gli esseri umani.

Anche Albert Einstein era un uomo molto curioso.
Quando, durante la Seconda Guerra Mondiale, decise di raggiungere gli Stati Uniti d’America, secondo un aneddoto non verificato, ma fortemente impresso nell’immaginario collettivo, ad Ellis Island ricevette un modulo che, come a tutti gli ebrei in fila, richiedeva di specificare la Razza.
Einstein avrebbe dato per istinto una risposta che la tradizione fa risuonare come “Appartengo all’unica razza che conosco, quella umana”.
In questo modo affermava che la definizione umana può accogliere tutte le variazioni di un universo, che attorno cresce e cambia.

Tanti altri curiosi hanno definito la “Razza Umana” come una festa di indefinitezza.
Che invita ad attraversare la soglia e che si esalta nello spettacolo della Luce e delle stagioni.

#terrestre #celeste #normale #nonormale #specie #evoluzione #involuzione #L’uomo




Razza Umana


Ama Festival: la Razza Umana protagonista della nuova edizione

Sabato 1 e domenica 2 luglio a Castel di Lama, torna Ama Festival, due giorni di eventi dedicati alla Razza Umana, protagonisti della nuova edizione il matematico Piergiorgio Odifreddi ed Andrea Loreni, funambulo zen. L’evento, realizzato in collaborazione con Ama Terra, è patrocinato dalla Regione Marche e dal Consiglio Regionale Assemblea Legislativa delle Marche. L’ingresso è gratuito.

Nuova edizione per Ama Festival, il festival delle arti parlate, rappresentate e musicate, che conferma anche quest’anno l’intuizione originale di rendere la Comunità Terapeutica luogo d’incontro, di cultura ed arte, e con il tema, indagato per antitesi, della Razza Umana, #terrestre, #celeste, #normale #nonormale, #specie, #evoluzione, #involuzione, #L’uomo. Privo di base scientifica e rivelatosi nel tempo una tesi biologicamente scorretta e straordinariamente pericolosa, l’idea di Razza Umana, oltre i termini linguistici, la storia e i pregiudizi “razziali”, è, ancora oggi, uno dei più controversi argomenti di discussione esistenti all'interno delle scienze naturali e sociali.

Ama Festival, questa la novità assoluta della nuova edizione, si propone al pubblico come festival diffuso, con un lungo itinerario di appunti dedicati alle meraviglie della Razza Umana, che ci accompagnerà nel corso dell’anno, fino al luglio 2018. “Una festa di indefinitezza” che “invita ad attraversare la soglia e che si esalta nello spettacolo della Luce e delle stagioni” illustrata, per il 2017, da Elisa Talentino, artista torinese che ha lavorato per The New York Times, Goethe Institut, Mondadori, La Stampa, Edizioni e/o, Europa editions, Racconti edizioni, Aleph Books.

Ama Festival Razza Umana Programma 1. 2 luglio
Sabato 1, ore 22, ripercorreremo insieme al matematico, logico e saggista Piergiorgio Odifreddi e la lezione spettacolo “In principio era Darwin”
, le tappe salienti del pensiero di Darwin, le sue ripercussioni nella cultura moderna e le reazioni che ha scatenato. Introdurrà l’evento Giuseppe Frangi, direttore del magazine Vita Non Profit.

Domenica 2 luglio, ore 18.00, conferenza “In cammino verso l’Essere” con Andrea Loreni, funambulo zen, e alle 21,30 tutti con il fiato sospeso e sguardo all’insù, per assistere a “Camminare nel cielo”, la performance spettacolare del funambolo, che camminerà sul filo nel cielo di Casa Ama, mostrando una via dove non avreste immaginato ce ne potesse essere una.
L’orchestrina in concerto animerà la seconda giornata di festival.

La manifestazione, arrivata alla sua quarta edizione, celebra l’incontro tra due realtà normalmente distinte, la Comunità Terapeutica ed il “mondo esterno”. Uno spettacolo che abbraccia con, il linguaggio aperto della meraviglia, l’umano e le sue molteplici bellezze. La kermesse di conferenze, spettacoli, musica, teatro è promossa dalla Cooperativa Sociale Onlus Ama Aquilone.




gli Ospiti Ama Festival 2017
Ama Festival 2016
Ama Festival 2015
A chi ci rivolgiamo
Tossicodipendenti
Madri tossicodipendenti
Osservazione e diagnosi
Doppia diagnosi
Centro diurno
Ambulatorio
Comunità per minori
Modulo trattamento per alcolisti casa aquilone
Progetto LIFE
Per dignità
Su di noi
Per dignità
Casa Ama
Casa Augusto Agostini
Casa La Bussola
Casa Aquilone
Casa L'Aquilone
Ambulatorio gioco d'azzardo
Casa La Navicella
Il mio nome sul campanello
Area download
Amaterra.coop Agricoltura Biologica NidiDomiciliari.it Modello tagesmutter Ama Arte - Laboratori artigianali Corsi e Convegni Annunci di lavoro Progetto in Ecuador Cooperativa di tipo B
Ama Aquilone Astrelia sviluppa siti internet oltre che applicazioni web e mobile per iPhone iPad e Android