La nostra storia

La Cooperativa Sociale Ama Aquilone, www.ama.coop, ha le sue radici nel territorio della provincia di Ascoli Piceno, e nasce dall’unione di due associazioni, l’Ama, fondata nel 1981, e L’Aquilone, fondata nel 1983.

Queste realtà associative erano animate originariamente dall’impegno di volontari che offrivano una sponda solidale a persone senza fissa dimora ed a giovani e famiglie che vivevano il problema della tossicodipendenza.

Oggi Ama Aquilone è diventata una delle realtà più rappresentative delle Marche.

La Cooperativa gestisce nel Piceno strutture residenziali denominate "Case", nella prospettiva di un’accoglienza ampia che, pur mantenendo la sua specificità terapeutica, abbraccia un’idea di dignità intimamente legata all’incontro umano, ed una serie di alloggi per adulti in difficoltà.

La Cooperativa gestisce: "Casa Ama", comunità terapeutica che accoglie persone tossicodipendenti, "Casa A. Agostini" struttura specialistica per mamme tossicodipendenti con figli, "Casa Aquilone" comunità specialistica per tossicodipendenti in comorbilità psichiatrica, "Casa la Bussola", Centro di Osservazione Diagnosi e Disintossicazione; Casa "La Navicella" Comunità Educativa per minori in difficoltà e minori stranieri non accompagnati; "Casa l’Aquilone" centro diurno e Ambulatorio per il trattamento della dipendenza patologica da gioco d’azzardo. Dal 2014 la Cooperativa ottiene l’autorizzazione all’utilizzo di appartamenti come alloggi protetti per adulti, in un’ottica di sostegno organizzato e strutturato nella fase del reinserimento socio-lavorativo a conclusione di percorsi terapeutici in Comunità.

La Cooperativa porta avanti, con una consolidata continuità, progetti di inclusione socio-lavorativa rivolti a disoccupati, giovani, famiglie ed a tutte quelle persone che vivono il dramma delle "nuove povertà".

L’attenzione di Ama Aquilone per l’integrazione sociale e lavorativa si concretizza anche attraverso il servizio accreditato Ama Lavoro ed Officina 1981, una Cooperativa di tipo B che offre servizi utili alla comunità, coinvolgendo, nelle sua attività, persone in difficoltà socio-economica.

Le parole della vision di Ama Aquilone Accoglienza, Semplicità, Spiritualità, Bellezza, Dignità, si declinano in molti altri settori.

Consapevole che operare per il "bene comune" significhi anche promuovere una qualità sostenibile della vita ed il rispetto dell’ambiente, la Cooperativa sviluppa nel 2010 un progetto di agricoltura biologica, la Fattoria Biosociale Ama Terra. Ama Terra nasce attorno al desiderio di educare gli ospiti delle Comunità Terapeutiche al benessere derivante da un’alimentazione biologica, ma anche di offrire loro la possibilità di acquisire competenze di orticoltura, apicoltura, preparazione di trasformati biologici ed allevamento, che potessero rappresentare un’opportunità in più per avvicinarsi al mondo del lavoro. Oltre ad essere uno strumento di ergoterapia che caratterizza il cammino terapeutico, le buone partiche dell’agricoltura sociale rappresentano un’opportunità concreta per persone considerate "a basso potere contrattuale".

Da un incremento degli investimenti nelle attività nasce, nel 2013, il marchio Ama Terra. Attraverso la vendita al pubblico di ortaggi freschi e trasformati, l’olio, le farine, il vino, il miele ed il polline, e tutti gli altri prodotti biologici della Fattoria Biosociale, provenienti da una filiera ecosostenibile e certificati CCPB, Ama Aquilone promuove il consumo cosciente, la salvaguardia del territorio rurale e delle sue antiche coltivazioni, l’etica sociale.

La terra è un luogo di incontro. Ma le terre di incontro sono tante. Dalla volontà di far incontrare due realtà "normalmente" distinte, la Comunità Terapeutica ed il "mondo esterno", nel 2014 nasce Ama Festival, festival delle arti parlate, musicate e rappresentate.

Con Ama Festival ed Itaca, il magazine free press che dal 1983 racconta i temi del non profit, della sostenibilità e dei comportamenti responsabili, dell’integrazione, la Cooperativa abbraccia un modello di espressione multidisciplinare "aperto" che, dall’input culturale della meraviglia e dell’ironia, veicoli presupposti di riflessione e di confronto.

Mettersi in ascolto dell’altro è la prospettiva con cui Ama Aquilone si impegna affinché i servizi socio-sanitari continuino a procedere senza flessioni, facendo fronte a tutte quelle "nuove fragilità" che rappresentano una battaglia ed un’opportunità innovativa di crescita.
"Accogliere" i giovani, gli anziani, i migranti rappresenta una priorità su cui la Cooperativa ha deciso di puntare, in termini di servizi e di formazione.

Dal 2017 Ama Aquilone ha attivato un "Servizio di prima accoglienza per stranieri richiedenti protezione internazionale".

La formazione, in particolare, ha recentemente rappresentato uno degli obiettivi peculiari di Ama Aquilone, attraverso l’offerta di dell’Agenzia di alta formazione La scuola Ama, che avvalendosi della collaborazione didattica di autorevoli professionalità accademiche ed opinion leader, si propone di "tramandare" il percorso umano e professionale della Cooperativa per declinarlo all’interno professionalità, che variano dal tecnico di accoglienza per richiedenti asilo, rifugiati e beneficiari di protezione internazionale, al giovane imprenditore di agricoltura biologica, ed in nuove modalità solidali di operare nel sociale.

Voci del Verbo Amare

Vision

Il nostro è un racconto che at-tende al cuore dell’umano con la cura del frammento. La forza intensa di una tenerezza pronta allo stupore di un giorno qualunque, attenta a percepire l’unicità come una meraviglia che accade nei piccoli universi al di fuori del trauma della sintassi. un’azione che trova resistenza piena nel ricominciare, che si esprime con poche parole, ciclicamente legate dallo stesso paziente silenzio che sposa la terra e le notti stellate. Invincibile, perché “non vinta”.

Accoglienza

Ospitare per essere ospiti dell’altro.

Semplicità

Il linguaggio che disvela i contorni autentici delle cose.

Spiritualità

Il filo invisibile che unisce gli esseri umani al Battito segreto dell’Universo.

Bellezza

L’educazione dello sguardo che contempla tutti i toni della luce e del buio.

Dignità

La premessa ed il fine del nostro peregrinare.

Mission

Il nostro è un cammino di uomini e donne che, ogni giorno, sperimentano, nel loro fare, bene e male e, nel loro errare, nel loro ricercare, l’accoglienza dell’esserci. La semplicità nel tentare di vedere ciò che ci appare, senza distorcere l’immagine ai nostri occhi ed a quelli altrui. La spiritualità di fare le cose con passione, andando oltre le convenzioni, perché “oltre ogni siepe” si nasconde un infinito da abitare. Cerchiamo di narrare la nostra “piccola storia”, la storia dell’umanità nel suo continuo divenire, là dove le righe sono fragili e storte, toccando le corde con delicatezza, sacralità e sana follia, che conflitto e solitudine non sono il luogo dell’abbandono, ma il tempo dove nasce nuova melodia.

Casa Ama

visita anche i nostri siti
Ama Lavoro Ama Terra Ama Festival La Scuola Ama I Cento Cammini