Ama Aquilone Su di noi Per chi ci siamo Contatti

Accoglienza. Ospitare per essere ospiti dell'altro

Siamo tornati in Ecuador, dopo quattro anni dalla conclusione de "Il mondo di Masih", non per un semplice follow up del progetto, ma per raccontare i termini della Solidarietà e scoprire che, ancora una volta, possiamo dire "si" all'accoglienza. Questo paesino di campesinos, sfollati dalla furia del vulcano Tungurhaua, ha sperimentato sulla propria pelle le infinite possibilità che nascono dalla condivisione ed ha realizzato, grazie all'input di Francesco e Sandra un progetto di accoglienza. Al centro di questo, una numerosa famiglia in forte difficoltà esclusa, ancora per poco dalla vita nella Comunità.

Gli abitanti di Sucuso - Nuevo Bilbao conservano della loro parrocchia nativa, Bilbao, situata sulle pendici del vulcano Tungurahua un'immagine impressa in un luminoso murales: il vulcano, "mama Tungurahua" in attività, sotto di esso il vecchio insediamento andino e poi lo sfollamento e la nuova vita, la scritta Ninos e Ninas felices, impronte di mani tutto intorno ad incorniciare questo storia che sa di miracolo.
Sono stati trasferiti a Pallatanga, est di Chimborazo, dopo la riattivazione del colosso nel 1999.
Ogni famiglia ha ricevuto, dal Consiglio nazionale per il controllo delle droghe e dei narcotici, un ettaro di terreno da coltivare ed un lotto per costruire la propria casa. Per loro, anche se ora vivono in un territorio prospero, il cambiamento fu molto doloroso. Lasciavano la loro terra e questo comportava l'adattamento ad un nuovo clima, l'apprendimento delle pratiche agricole delle colture tropicali e l'adattamento alla vita della comunità. Inoltre, tutte le famiglie evacuate vissero in case di canna condivise per mesi sino a quando, sotto la gestione del parroco di Penipe, Padre Jaime, e grazie all'intervento di alcuni "gruppi", fra cui Ama Aquilone, hanno ricevuto case e aiuti concreti.

Siamo appena entrati nella stagione delle piogge in Ecuador quando il grigio del cielo si immerge nella nebbiolina che avvolge la foresta e questa è la prima volta che torniamo in Ecuador dalla conclusione de "Il mondo di Masih", il progetto di cooperazione internazionale della Cooperativa Ama Aquilone che mirava a contrastare le condizioni di sottosviluppo ed emarginazione che colpiscono molti bambini e famiglie dell'Ecuador, uno degli Stati più piccoli e martoriati del Sudamerica. Dal 2001 al 2015 abbiamo accompagnato il villaggio di Sucuso - Nuevo Bilbao nell'importante viaggio verso l'autonomia economica attraverso diverse attività fra cui: la costruzione di 40 case per famiglie prima "alloggiate" in capanne, il finanziamento di una "Brigata medica" presente nel villaggio di Sucuso per due volte al mese, di un asilo nido ed il trasporto scolastico, di una scuola primaria, dell'acquisto di materiale scolastico e della contrattualizzazione di un insegnante per le materie non finanziate dallo Stato.

Quando il progetto si è concluso lasciavamo una comunità unita nella vita di tutti i giorni e nel lavoro quotidiano, un fiorente villaggio, le famiglie sopravvivono grazie alla vendita di frutta e verdura, peperoni e cetrioli sono le colture più comuni, ed inoltre due strutture, una di queste adibita ad ambulatorio medico, di proprietà della Cooperativa.

I campesinos delle Ande, grazie alla solidarietà di molti amici oltreoceano che nel corso degli anni li hanno sostenuti, sono oggi proprietari di una ricca e fertile terra. Il villaggio ospita famiglie coese e numerose, ma ai margini della foresta, lontano dal vociare giocoso dei figli di Nuevo Bilbao, c'è ancora una capanna in cui vive, ai limiti della sopravvivenza, una famiglia numerosa composta da dieci piccoli ninos, esclusa dalla vita nella Comunità.

Siamo arrivati a Nuevo Bilbao la prima settimana di febbraio dopo un lungo viaggio in Ecuador fatto di incontri con vecchi amici e la definizione di nuovi obiettivi, di volti increspati dal sole, di paesaggi sconfinati e terra nera, per condividere. Tornati in Ecuador, dopo quattro anni dalla conclusione de "Il mondo di Masih", non per un semplice follow up del progetto, ma per raccontare i termini della Solidarietà e scoprire che, ancora una volta, possiamo dire, insieme all'assemblea raccolta, "si" all'accoglienza. Questo paesino di campesinos, sfollati dalla furia del vulcano Tungurhaua, ha sperimentato sulla propria pelle le infinite possibilità che nascono dalla condivisione ed ha realizzato, grazie all'input di Francesco e Sandra del poliambulatorio medico "Cebicam - Ces" di Penipe, un progetto di accoglienza. Hanno scelto, gli uomini e le donne di Nuevo Bilbao di condividere la propria terra, di accogliere nella vita comune, di sostenere giorno dopo giorno questa fragile famiglia ai margini. Anche la Cooperativa ha fatto la sua parte donando entrambe le strutture di sua proprietà, una all'intera Comunità e l'altra alla famiglia.
 

12/02/2018


Cerca
Categoria


Ultime
'Esperienze e sviluppo di comunità educanti'
Servizio Civile: il calendario delle convocazioni
Servizio Civile: come presentare le domande di partecipazione
Servizio Civile con Ama Aquilone
Ama News a luglio le notizie sparse dalla Comunità
Macerie, cicatrici e radici
Un piano per il contrasto del Gioco d’Azzardo Patologico
Ama Festival 'Incurabile Bellezza'
Amanews: a maggio le notizie sparse dalla Comunità
Da Vita non Profit: 'L'insegnamento che viene da Pietra' di Johnny Dotti
A chi ci rivolgiamo
Tossicodipendenti
Madri tossicodipendenti
Osservazione e diagnosi
Doppia diagnosi
Centro diurno
Ambulatorio
Comunità per minori
Modulo trattamento per alcolisti casa aquilone
Progetto LIFE
Per dignità
Su di noi
Per dignità
Casa Ama
Casa Augusto Agostini
Casa La Bussola
Casa Aquilone
Casa L'Aquilone
Ambulatorio gioco d'azzardo
Casa La Navicella
Il mio nome sul campanello
Area download
Amaterra.coop Agricoltura Biologica NidiDomiciliari.it Modello tagesmutter Ama Arte - Laboratori artigianali Corsi e Convegni Annunci di lavoro Progetto in Ecuador Cooperativa di tipo B
Ama Aquilone Astrelia sviluppa siti internet oltre che applicazioni web e mobile per iPhone iPad e Android