Accoglienza

Il processo di accoglienza viene curato da un unico referente che provvede, con il coordinatore, alla pianificazione degli ingressi. Le richieste vengono effettuate unicamente tramite il servizio inviante: S.T.D.P. e Dipartimenti.

Sulla base della prima analisi dei bisogni, il responsabile prende nota delle caratteristiche del caso per il primo colloquio con la finalità di accogliere la domanda; orienta le richieste e le presenta alle Comunità di accoglienza; verifica la capacità della Cooperativa di gestire la richiesta da un punto di vista organizzativo.

Ogni progetto terapeutico nasce dal rispetto dei fondamentali diritti della persona escludendo, nelle varie fasi dell’intervento, ogni forma di coercizione fisica, psichica e morale garantendo la volontarietà dell’accesso e la permanenza nella struttura.

Considerando la media degli ultimi anni, i tempi di attesa medi per la presa in carico non sono particolarmente significativi in quanto legati solo al percorso di valutazione che è costituito da colloqui individuali che coinvolgono, quando possibile, la famiglia d’origine e l’eventuale famiglia acquisita.

I referenti dell’accoglienza, inoltre, sono disponibili anche a recarsi in carcere per colloqui individuali.

In merito all’accoglienza degli adulti la retta pro die + Iva al 4% è indicata nella convenzione triennale con la Azienda Sanitaria di riferimento scaricabile nell’area download del sito. Si precisa che la retta è suscettibile di modifiche in virtù degli aggiornamenti periodici a cura della Regione Marche.

La retta comprende i seguenti servizi: attività terapeutiche e di sostegno individuali e di gruppo; attività di consulenza e sostengo ai familiari; attività terapeutiche di coppia; attività di sostegno alla genitorialità; consulenza psichiatrica; consulenze del medico di medicina generale della comunità; alloggio e vitto in comunità; trasporti vari; attività educative ed ergoterapiche; attività ricreative interne ed esterne alla struttura; attività sportive interne ed esterne alla struttura (piscina, palestre, associazioni sportive, …).

Ovviamente la struttura non richiede, oltre alle rette, nessun tipo di contributo finanziario ai soggetti ospitati e loro famiglie per i servizi sopra elencati dovuti per effetto della convenzione stipulata con il Servizio Sanitario Nazionale.

Per afferire ai servizi contattare:

Casa L'Aquilone

visita anche i nostri siti
Ama Lavoro Ama Terra Ama Festival La Scuola Ama I Cento Cammini